giovedì 29 dicembre 2016

I buoni propositi per l'anno che verrà...

Come ogni anno, spesso ci si interroga su quello che si è realizzato nell'anno appena trascorso o che si intende portare a compimento in quello nuovo, che si affaccia all'orizzonte.
Io non mi tiro indietro verso questa buona abitudine, se non altro per un senso di coscienza, di dovere verso me stesso e il tempo che mi è stato concesso da vivere. Non mi piace sprecare i regali ricevuti, tanto meno quello della vita, così bello e prezioso.
Eppure, nonostante questa convinzione, non posso dirmi soddisfatto di questo anno bisesto, che a ben guardare calza a pennello con il detto popolare, anno funesto. Non tanto per vicende o lutti in casa, piuttosto per la pochezza di risultati che non sono mai arrivati fino in fondo.
Tanta semina, senza però ancora un risultato di rilievo.
Ci sarebbe di che scoraggiarsi, ma chissà, con l'anno nuovo e un po' di progetti in cantiere, sarà la volta buona che si riesca a 'bucare lo schermo'?

E' presto per dirlo, bisognerà vivere il nuovo anno, respirando a pieni polmoni...

mercoledì 28 dicembre 2016

Addio, mia Principessa...

In quest'anno horribilis, in cui sono scomparse molte figure di riferimento nel mondo della musica e dello spettacolo, ci ha lasciato una delle icone del fantastico, a me tanto cara. Carrie Fisher.
Interprete, in passato così come nel recente Il Risveglio della Forza, della Principessa Leila, ha lasciato un'impronta importante nell'immaginifico collettivo. Una donna forte, a dispetto delle apparenze, in grado di gestire la Ribellione e di mostrare i suoi limiti come madre e moglie, in un contesto dove troppo spesso gli eroi sono privi dei difetti dei comuni mortali.

E' certamente una grave perdita, anche perché era certo un suo coinvolgimento negli eventi del nuovo ciclo di film di Guerre Stellari, fortemente voluto dalla Disney, che avrebbe dovuto vedere un nuovo capitolo il prossimo anno. Non credo che sarà facile digerire la sua prematura scomparsa, a dispetto di quel che la tecnologia potrebbe fare per ringiovanirla, come nel recente Rogue One o riportarla in vita sul grande schermo...

lunedì 26 dicembre 2016

Scontri natalizi...

Le festività natalizie mi hanno fornito un po' di tempo libero da passare con mio figlio. Credo che possa ritenersi il regalo più bello che un padre possa avere per il Natale.
Se poi ci si riesce anche a divertire tra le figurine, uno che cosa può chiedere di più?
E' stato sicuramente un pomeriggio piacevole, anche se ha visto uno degli scontri più ostici della mia, seppur breve, carriera nel formato Pauper. Il mio UB Teaching contro un Dist-Urbo Fog, come ama scherzosamente chiamarlo il suo pilota e creatore.
Una partita lunga e combattuta, impensabile in un torneo, che ha un che di epico nel suo svolgimento, pieno di tensione e di colpi di scena. Ho vinto 2-1, soffrendo, lottando e strizzando le meningi ad ogni giocata. Può sembrare noioso uno scontro del genere, eppure fidatevi, se riuscite a comprendere la sfida e l'arguzia che sta dietro a una disfida del genere non potrete far altro che darmi ragione. Ora non mi resta altro che tornare tra panettoni e leccornie, pensando alle prossime sfide.

mercoledì 21 dicembre 2016

Dawn of War III – bramosia di Warhammer 40K...

Con l'annuncio del rinnovato progetto di Dawn of War, ho avuto un tuffo al cuore. Sono da sempre stato un appassionato di RTS e ritengo l'ambientazione di Warhammer 40K una delle più ricche e affascinanti di tutto il panorama fantascientifico finora prodotto. Il binomio Relic Entertainment e Sega, potrebbe regalarci un nuovo capitolo e i primi video promettono grandi cose, anche se le limitazioni a sole tre razze, puzzano tanto di espansioni successive e di costi aggiuntivi.

Una delle peculiarità maggiori delle precedenti produzioni era la possibilità di giocare tutte le razze della saga, ma non è detto che si raggiungeranno quei tasselli che possono solo che fare piacere ai fan del brand. Non vedo l'ora di vedere l'uscita di questo nuovo gioco, ho proprio voglia di sentire le urla di guerra sul campo di battaglia...

martedì 20 dicembre 2016

Metropolis, nuova serie TV in arrivo...

E' notizia di quest'oggi, che dal capolavoro di Fritz Lang, Metropolis, verrà creato un mini serial per la TV, con il sostegno di un budget consistente, intorno ai 10 milioni di dollari per ogni puntata e Sam Esmail, autore tra l'altro del recente Mr. Robot, alla guida del progetto.
Una news più che positiva, non tanto per il tentativo di far rivivere uno delle icone del genere fantascientifico, ma per la volontà di raccontare una storia densa di temi sociali, per nulla scontate e più che attuali, nonostante il progetto iniziale provenga da un film con oltre novant'anni alle spalle.

Un'idea ambiziosa, unita a un investimento cospicuo, che fa ben sperare per un risultato che non svilisca il glorioso passato scifi che si prefigge di emulare.

lunedì 19 dicembre 2016

Tra i fiocchi di neve...

Mentre fuori si fanno sempre più intensi i fiocchi di neve, mi tornano alla memoria i ricordi di un passato ormai lontano.
Già era il secolo scorso, e dirlo fa un certo effetto, e senza troppi mezzi, a pieni, sperso nella mia casupola abbandonata tra le lande innevate, cercavo di raggiungere la scuola appiedato, maledicendo ogni fiocco e ogni lastrone di ghiaccio che si frapponeva tra i miei impegni di alunno, alle prese con la strada sconnessa e infida.
Non erano tempi allegri, né rievoco con allegria le enormi difficoltà che il clima rigido mi imponevano. Però ho superato anche quei momenti, accecato da un candore sconfinato che rendeva difficoltoso persino avanzare. Ora sono dietro a un vetro che guardo preoccupato, fino a un certo punto, la poca neve che riesce ad attecchire sull'asfalto e ritorno al mio rimuginare, un po' meno triste, rispetto al mio passato.

domenica 18 dicembre 2016

Non c'è pace neppure a Natale...

Non c'è riposo per i nostri eroi, e appena rientrati dalla breve pausa di svago, nel quale comunque si sono dovuti cimentare in prove ed ardimenti.
Ora è giusta una richiesta di aiuto da una vicina città, caduta misteriosamente nel gelo più assoluto.
Dopo un breve tragitto è apparso chiaro che dietro all'improvvisa calata di neve e di freddo intenso si nascondono misteriose creature a forma di pupazzo di neve.
Saranno in grado i nostri prodi ardimentosi di sconfiggere le oscure e ancora non ben identificate minacce?
L'addestramento di queste ultime sessioni e il ritrovato allineamento benefico del nostro giovane druido forse saranno di aiuto, ma non bisogna mai abbassare la guardia negli infidi meandri del fantastico mondo di Warhammer.
Dovremo aspettare il termine delle festività per riprendere le indagini e la lotta, ma sicuramente saremo pronti per questa nuova tenzone, o almeno, ben pasciuti. ^_^

sabato 17 dicembre 2016

Tra dubbi e incertezze...

In questi giorni, di pausa forzata dalla scrittura e dalle attività ludiche, mi sono soffermato a pensare a cosa veramente voglio continuare a realizzare.
Non ho mete a breve termine precise, non ho progetti, solo tante idee, spesso sovrapposte e confuse. Inoltre il tempo è sempre più tiranno e la stanchezza di questo ultimo periodo si fa sentire sempre di più.
Forse mancano gli stimoli, o i risultati, di certo trovo sempre più difficile continuare a proporre o produrre qualcosa. Chissà, forse è ora di appendere la penna, o meglio, lo smartphone al chiodo e lasciare le velleità in un cassetto.

martedì 13 dicembre 2016

Side Event sempre più Poveri?

Ieri, sul canale Youtube ufficiale della Wizard of the Coast, sono emersi dei dettagli interessanti, per gli appassionati del formato Pauper. Si ipotizzava la possibilità di organizzare dei Side Event, a corollario degli eventi principali a livello internazionale, anche nel formato Pauper.
Questa news, unita al recente ban d'emergenza, che ha coinvolto Peregrine Drake getta sotto una nuova luce questo formato, onorandolo di una dignità che non era neppure concepibile fino a poco tempo fa. Che sia una svolta dipesa dall'impegno profuso delle leghe o semplicemente un modo per dare maggiore visibilità all'incarnazione online del formato non ci è dato ancora sapere.

Di certo è una bella notizia, che spero segua attività concrete in futuro, per i giocatori e questo non può che farmi piacere, visto che sto ritrovando in questo formato, insieme a mio figlio, la voglia di giocare e di partecipare.

lunedì 12 dicembre 2016

Concorsi e dintorni...

Sono sempre stato molto critico verso i concorsi letterari e in generale sulle manifestazioni che chiedono dei contributi di partecipazione, in cambio di fantomatiche pubblicazioni, che non portano mai a qualcosa di concreto.
Ora, un caro amico dei tempi di Lulu.com, mi ha proposto di partecipare a una sua iniziativa, che si prefigge di promuovere i nostri borghi più caratteristici, attraverso la letteratura.

Avrei il testo adatto per partecipare, così come l'interesse a smuovere un po' le acque da questo torpore che mi sta avvolgendo da troppo tempo e non mi ha permesso finora di fare qualcosa di nuovo. Chissà, forse è la volta buona che cambio idea, per una volta, e mi infilo di questo nuovo filone, speranzoso...

domenica 11 dicembre 2016

L'amore, al tempo di Warhammer...

Anche se siamo nel bel mezzo di una campagna, irta di pericoli e di poteri perniciosi, i nostri eroi non possono resistere al richiamo dell'amore.
Chi semplicemente seguendo i propri istinti, chi cercando di porre rimedio ai propri errori, ogni personaggio vive il suo tempo immerso nei suoi sentimenti, che non può ignorare.
Questo aspetto rientra anch'esso nelle dinamiche di gioco, così come affrontare un uomo bestia o salvare una cittadina dall'assedio di un orda di Skaven.
Perché è nella natura umana vivere, così come per i personaggi che interpretiamo, in un flusso costante di emozioni e sensazioni.
Ora non ci resta che proseguire nel nostro viaggio, sempre vigili, perché presto tardi sappiamo arriveranno i veri pericoli.

martedì 6 dicembre 2016

BlackBerry ci riprova con la QWERTY

Nonostante il mondo vada sempre più nella direzione di realizzare smartphone dagli schermi sempre più grandi, qualcuno si ostina a proporre qualcosa che lo ha reso famoso in passato: la tastiera fisica.
BlackBerry, dopo aver realizzato con il suo modello Priv, il primo dei suoi prodotti con Android come sistema operativo, ritorna a calcare il gossip della tecnologia con le immagini di un nuovo apparecchio che rinverdisce i fasti di un tempo. Schermo 4/3 e tastiera QWERTY completa sulla parte bassa, a ribadire la sua volontà di diversificare un mercato che è sempre più omologato nelle forme e nelle soluzioni.
Non so se il mercato gli darà ragione, ma mi piacerebbe molto tornare ad apprezzare sotto i polpastrelli qualcosa di solido su cui scrivere e chissà che non si riesca a ritagliare uno spazio tra gli appassionati scrittori in mobilità, come il sottoscritto.



lunedì 5 dicembre 2016

Tra vapore e superpoteri...

Senza alcun rischio di annoiarsi, sabato scorso, oltre alle carte, ci siamo, con mio figlio, calati nell'universo dei supereroi con l'amico Danilo Moretti, in una sessione lampo di uno dei suoi prodotti: Super Adventure.
Naturalmente non ci siamo cimentati in qualcosa di classico, ma abbiamo provato una veloce sessione ambientata in un'ambientazione steampunk, dove i nostri eroi si sono dovuti cimentare nel fermare un gigante metallico impazzito.
Gli ignari cittadini di una piccola città austriaca, sono stati attaccati da un automa attivato, come ultimo gesto disperato, da uno scienziato pazzo, pronto a immolarsi pur di uccidere i suoi nemici.
Così, tra ingranaggi e vapore abbiamo dovuto spremerci le meningi per salvare dalla distruzione della cittadina e della diga vicina, i poveri malcapitati.
Con una buona dose di ingegno, siamo riusciti ad abbattere il colosso, con il plauso della popolazioni, ben consci però che le nostre gesta attireranno sicuramente le attenzioni di qualche malvagio. E' sempre dura la vita del supereroe, in qualunque epoca...

domenica 4 dicembre 2016

Un sabato sotto controllo...

Il sabato si alternano gli appuntamenti con il gioco di ruolo 'casalingo' con gli incontri / scontri, con gli amici del Covo di Loki, a suon di Comuni.
Questa volta ci siamo improvvisati in un 2 vs 2 dai risvolti sicuramente imprevedibili. In tutto quattro mazzi piuttosto diversi tra loro: Slivers, Turbo Erasure, Boros Aggro e il mio UB Control.
Si sono svolte alcune partite, scambiando accoppiamenti e anche mazzi, ma alla fine, io con il mio socio di turno, sono riuscito a spuntare il risultato. Non è sempre stato merito mio, sia chiaro, ma si vede che la buona sorte e alcune giocate d'effetto sono valse la vittoria. Una bella dose di ottimismo, rispetto ai miei soliti risultati in Modern, dove cercavo l'interazione e invece vedevo solo scendere a zero i miei punti vita.
Devo ancora assestare qualche dettaglio, ma l'idea di base c'è e mi garba molto...

venerdì 2 dicembre 2016

Hurrican Polymar - L'action movie che non ti aspetti...

Si sa, i giapponesi sono soliti partorire idee emozionanti. Pensiamo alle innumerevoli saghe, ai cartoni, ai manga che appassionano milioni di appassionati in tutto il mondo.
Tra le tante storie, una ha sempre avuto un posticino nel mio cuore: Hurrican Polymar.
Ora è stato annunciato l'action movie e sono veramente curioso di conoscere tutti i dettagli, che rispetto ad altri prodotti, potrebbe prestarsi bene per il contesto urbano in cui si svolgono le storie del supereroe tecnologico.
Riusciranno i nostri cari amici del sol levante a rinverdire questa saga?
Me lo auguro vivamente, non vedo l'ora di vedere il risultato finale. ^_^

giovedì 1 dicembre 2016

Joe Dever - Purtroppo sei arrivato all'ultima pagina...

Ci sono ricordi che si impregnano nella memoria e non ti lasciano più. Il primo film, il primo cartone, il primo videogame. Tutti concorrono a formare i tuoi mattoni esistenziali, ti fanno crescere e costruiscono i tuoi gusti da adulto.
Uno di questi capisaldi, almeno per me, è assegnato ai libro-game di Joe Dever. Grazie a questi racconti strutturati ho imparato ad amare la saga di Lupo Solitario e successivamente i giochi di ruolo e molta della letteratura fantastica che ho divorato in gioventù.
Forse senza di lui sarei una persona più triste e povera di spirito, sicuramente non sarei quello che sono oggi.
Lo ringrazio, io come gli innumerevoli appassionati del suo lavoro.
Purtroppo la sua storia terrena è terminata, ma mi auguro che possa, in qualche luogo sperduto e fantastico, intrattenere con i suoi cambi di pagina...

mercoledì 30 novembre 2016

CW - Alla fine il crossover è arrivato...

Alla fine il momento tanto atteso, e promosso, è arrivato. Questa settimana inizia il crossover più grosso che la CW poteva organizzare, dopo l'acquisizione di Supergirl nel palinsesto della sua rete. La prima puntata, con l'eroina di Kripton è stata trasmessa lunedì, non ci resta che aspettare le altre per fare un responso della situazione. Tra trailer e foto spoilerate, abbiamo già idea di quale sarà il tema di questo nuovo maxi episodio, ma vedremo alla fine cosa andranno a raccontare gli autori di questo universo, sempre più articolato e ricco di colpi di scena. ;-)

martedì 29 novembre 2016

Il fuoco non può mai essere povero...

Ci sono certe meccaniche, certe configurazioni, che sono apparentemente così semplici da affascinare. Pensiamo agli archetipi, tra i vari formati, ne troveremo sempre uno che richiama un semplice elemento: il fuoco.
Non si tratta certo di un modello di gioco agevole, privo di strategie e di accortezze, però da sempre l'impressione di essere un metodo rapido per massimizzare il risultato in breve tempo. O vinci o perdi, senza troppi patemi, come forse in fondo è la nostra vita.
Nel Burn è così, e se si accetta questa semplice, inevitabile regola, si riesce persino ad apprezzare la sua immediata brutalità.
Così, anche nel Pauper, stiamo mettendo da parte le carte adatte per un mazzo così, estremo, veloce, bruciante.
Sarà efficace? Forse no, però di certo portare a casa un match in pochi minuti ha un non so che di entusiasmante...

lunedì 28 novembre 2016

Fagocitato dalle feste...

In passato il periodo natalizio non è mai stato prodigo di doni. Non parlo certo delle cose materiali, ma di quella serenità, che per tanto tempo ho cercato senza successo, tanto da immaginare ormai una vita priva di quella gioia, che dovrebbe essere alla portata di ognuno di noi e invece è sempre troppo spesso un miraggio.
In questi ultimi mesi però il mio panorama esistenziale sta cambiando e sono riuscito, con molta fatica, a ritagliarmi un angolo di felicità, a dispetto di quello che imperversa nel mondo esterno. Mi sono isolato da tante cose e da tante persone, risultando forse un eremita ai più, ma ho sicuramente guadagnato molto in questa selezione. Magari non ne guadagnerà la mia immagine agli occhi dei più, ma credo sia un piccolo prezzo da pagare per potersi godere la vita senza troppe arrabbiature, senza patemi o più semplicemente, felice di stare al mondo, con le debite rinunce.

Ora sono attorniato da pochissime persone e con alcune di loro sono riuscito ad intraprendere un cammino, fatto di piccoli gesti, di semplicità e di attenzioni, come se fossimo immersi costantemente in un lieto periodo natalizio, dove un sorriso e un saluto gentile non si negano mai. Questo è il modo di vivere che vorrei coltivare d'ora in poi, questo è il vero spirito natalizio, da conservare per tutto l'anno.

sabato 26 novembre 2016

Crescita prodigiosa...

Anche questa volta, la sessione di gioco ci ha riservato notevoli sorprese. Anche se la nostra cacciatrice di mostri non ha avuto molto di cui preoccuparsi, durante i festeggiamenti per lo scampato pericolo, di uno dei componenti del Circo, il fato si è divertito con i nostri due druidi, combinandogli un imprevisto non di poco conto.
Per sbaglio, bevendo una pozione, il più piccolo della comitiva si è visto invecchiare di qualche anno, creando non poche preoccupazioni ai suoi genitori. Ormai però, si deve continuare l'incantesimo di liberazione e l'amore, almeno per questa volta, è riuscito a liberare parte del caotico fardello del nostro giovane druido.
Ormai non ci resta che affilare le armi e iniziare il nostro viaggio alla ricerca degli artefatti necessari a liberarlo dalla maledizione, che ancora incombe sull'oggetto che ancora ne ghermisce il corpo.

mercoledì 23 novembre 2016

Westworld, dal grande al piccolo schermo...

Non è la prima volta che si tenta di sfruttare il successo di una pellicola per realizzare un successivo serial televisivo. In questo caso però, sono passati molti anni dall'uscita della pellicola di Michael Crichton, che ritraeva un parco di divertimenti popolato da automi al servizio di ricchi visitatori.
Il serial, che annovera nel cast un sublime Anthony Hopkins, mostra sin dalle prime battute il tema di fondo che nel film si mostrava solo nel finale: la paura delle macchine.

Qui, facendo leva su una complessità tecnologica molto superiore rispetto all'idea originale, si sono realizzati robot con una capacità cognitiva così elevata da essere sempre in allarme per ogni aggiornamento del loro complesso software. Questa paura traspare nei dialoghi dei gestori dell'enorme parco di divertimento, come un presagio di una fine ormai segnata, presto o tardi, da qualche malfunzionamento. Una giostra mortale dalla quale tutti vorrebbero scendere prima o poi, prima che il giocattolo si rompa irrimediabilmente. Sicuramente si sta proponendo un telefilm molto articolato, e sono convinto che la nuova produzione HBO continuerà a far parlare di sé a lungo.

martedì 22 novembre 2016

Sindrome da Black Friday...

Da qualche anno ormai, siamo circondati da questa moda, tutta americana, per invogliare ad acquistare, con forti sconti, oggetti tecnologici, prima delle festività natalizie.
Già in passato avevo approfittato di qualche sconto per accaparrarmi qualcosa, ma quest'anno, non saprei proprio da dove cominciare.
Le occasioni non mancano, così come le esigenze del Nerd che è in me, ma devo dire che mai come questa volta mi dovrò districare tra diversi sogni nel cassetto, ancora rimasti nel limbo, visto il periodo non proprio facile, che sto attraversando.

Comunque una cosa è certa, a dispetto delle mode e delle consuetudini americane, che non sempre condivido, queste occasioni, possono darci una mano a spendere meglio le nostre finanze, occhio solo a non scegliere prodotti sottodimensionati o fine serie con limitazioni troppo marcate. Rischiereste solo di fare un favore ai venditori che cercano di smaltire i loro fondi di magazzino...

lunedì 21 novembre 2016

Un nuovo, orripilante, esperimento...

Visto l'arenarsi di alcuni progetti, mi ritrovo, nuovamente, a dover impiegare al meglio il mio tempo, le mie energie. Difficilmente riesco a stare con le mani in mano e quando non focalizzo il mio impegno in qualcosa, mi deprimo, non riesco più a gioie di quel che ho.
Così, per combattere l'inedia, non conosco altro modo che quello di scrivere, ideare, inanellare una parola scritta dietro l'altra.
Quindi non mi resta altro che rispolverare uno dei miei mille progetti, parcheggiati per motivi di tempo e iniziare a svilupparne la trama, le idee accantonate in vista di periodi come questi.
Ho come al solito l'imbarazzo della scelta, ma una vocina mi suggerisce di sperimentare un genere che non ho mai affrontato con un testo corposo: l'horror, l'esoterismo, l'eterna lotta ultraterrena tra il bene e il male.

Chissà, magari sarà un modo per affrontare questa fase un po' anonima e perché no, sfidare sé stessi, ancora una volta...

domenica 20 novembre 2016

Maniaco del Controllo...

Come di consueto, ogni due settimane mi dedico con mio figlio, a questo nuovo formato, il Pauper, che ci sta regalando molte soddisfazioni. Mio figlio ormai, con la sua orda di Slivers riesce a tenere testa a qualche avversario occasionale, mentre io, finalmente, ho trovato la giusta dimensione, laddove nel Modern non mi era permesso.
Anche se ancora alla ricerca del perfetto equilibrio, sto sviluppando un mazzo in puro stile Control, con somma mestizia di chi deve 'subire' le mie giocate rognose.
Di certo non è una modalità di gioco veloce, e non credo sia fattibile portare a un torneo, dove il tempo è poco, rischiando di pattare o perdere per un errore banale, ma alla fine, la mia indole ha preso il sopravvento e credo proprio che non riuscirò più a fare a meno di carte come Counterspell o Mystical Teaching.
Lo so, mi odieranno tutti, ma che ci volete fare, io in fondo, sono sempre stato un bambino cattivo...

mercoledì 16 novembre 2016

Cambio di prospettiva...

In tutti questi anni ho cercato di realizzare qualcosa che mi rappresentasse, non tenendo troppo conto delle 'mode' o dei desideri del lettore medio. Ho cercato, con i miei scritti, di rappresentare qualcosa di diverso, anche se non sempre è stato facile.
Queste scelte non mi hanno certo premiato, ricevendo sempre molte critiche, anche senza grandi spiegazioni, portandomi a volte a pensare in maniera differente, rivedendo il mio approccio, il mio modo di narrare. Alla fine mi sono reso conto che sbagliavo, che non ero soddisfatto di quel che scrivevo, che alla fine non ero io, riuscendo solo a scrivere un'accozzaglia di parole che non mi trasmettevano nulla. Forse erano brani gradevoli, forse erano adatti al pubblico, ma io non ne ero soddisfatto. Era come amputarmi un arto, o peggio, asportarmi dal cervello quel poco di amor proprio che ho. Pazienza, rimarrò un umile scrivano fantasioso e incapace di compiacere gli altri, ma almeno sarò in pace con me stesso.

martedì 15 novembre 2016

Ci scambiamo le figurine?

Sono passati tantissimi anni, da quando nell'intervallo a scuola, si passava il tempo a scambiarsi le figurine, cercando di completare la propria raccolta per l'album dei calciatori. Tra un morso al panino e una discussione sul valore del calciatore di turno, si coltivava quella spensieratezza che a volte appare lontanissima. Eppure, ancora oggi, magari sfruttando i social network, si potrebbe continuare a coltivare quello svago, magari con altre 'figurine', magari con propositi differenti, però sempre animati da quella leggerezza che rende la vita un po' meno cupa e monotona.
E quale migliore panorama, se non quello del Pauper, per scatenare le antiche passioni per il baratto? Quale miglior terreno di divertimento, dove l'economia e la speculazione lasciano il posto a un più sano scambio per pochi centesimi? Ora vedrò se internet sarà il terreno fertile per continuare a coltivare il bambino che è in me...

lunedì 14 novembre 2016

Ghost in the Shell - Action movie, tra mille paure...

Nell'immaginifico cyberpunk ci sono molteplici opere in grado di evocare egregiamente il pathos delle moderne tecnologie sulla società e sull'uomo. Una di queste è sicuramente il manga Ghost in the Shell, che con il suo immaginifico è sempre riuscito, nelle varie incarnazioni a rendere al meglio il nostro tempo, declinandolo al futuro.
L'operazione di realizzare un action movie, su quei capolavori, mi inquieta parecchio, non tanto nel tentativo di portare tra il pubblico più vasto del cinematografo, questi temi, ma nel renderle appieno, non trasformando la poesia, la lentezza del Sol Levante in un accozzaglia di esplosioni e sparatorie. Dovremo aspettare fino al 2017. Aspettare, e sperare per il meglio.

domenica 13 novembre 2016

Un'abile scassinatrice...

Ormai la nostra campagna del sabato si sta trasformando in una girandola di continue sorprese.
In quest'ultima sessione in particolare, uno dei personaggi si è ritrovato, suo malgrado, a vestire i panni dell'investigatore e dello scassinatore professionista.
Un'abilità che si incastra alla perfezione con tutte le capacità ce sta acquisendo on questi ultimi mesi, però, con un'ulteriore plus, dovuto a un paio di critici che hanno permesso alla nostra eroina di 'crescere' alla svelta nelle sue skill.
Persino il nostro 'piccolo' druido, sta mettendo in pratica, a fin di bene, le sue innate capacità.
Tutta questa evoluzione però mi fa presagire che presto ci troveremo a dover mettere mano ai dadi migliori per poter affrontare le oscure minacce che il Caos ha in serbo per noi...

giovedì 10 novembre 2016

Il ritorno del Negromante...

Sono diversi mesi che non riesco a trovare il tempo e a rinvigorire l'interesse verso Diablo III. Saranno state le limitate possibilità di crafting, legate alla ricerca spasmodica di elementi e una generale necessità di sessioni lunghe, che mi sono un po' disinnamorato del gioco, ma, tra i vari annunci dell'ultima BlizzCon ho avuto modo di entusiasmarmi a una chicca che desideravo da tempo: il ritorno del Necromante.
Già con l'uscita del nuovo capitolo di Diablo ero rimasto deluso per la mancanza di questo personaggio, ora, con il nuovo anno, dovrebbe venire introdotto, purtroppo a pagamento, questo importante tassello di tutta la saga. Non so se sarà sufficiente a farmi tornare la voglia di giocare, ma chissà, insieme al ritorno alla vecchia Tristram, annunciato per Gennaio, non si può mai dire...

martedì 8 novembre 2016

Un nuovo percorso di Luce...

Da persona pragmatica quale sono parlare di certi argomenti risulta quasi imbarazzante, ma nel mio cammino, da un po' di tempo a questa parte, è arricchito da un'esperienza di vita particolare.
Certo, non sto parlando di qualcosa di stravolgente, piuttosto di piccoli passetti verso una consapevolezza di se e dei proprio limiti, che mi hanno portato ad apprezzare la vita in maniera differente, credo anche migliore.
Continuo ad essere un soggetto 'difficile', ma perlomeno ho iniziato a smussare quelle brutture, che le difficoltà della vita mi avevano fatto emergere, ridandomi un po' di speranza e sopratutto, una voglia di vivere che credevo di aver perso. Niente di incredibile quindi, almeno per gli altri...

lunedì 7 novembre 2016

Avventurarsi tra Rom e Root...

Credo negli anni di aver acquisito una certa malizia nell'utilizzare gli strumenti informatici, eppure, cercare di manutenere un cellulare Android non è certo un'impresa facile. Sarà la sua natura linux-oriented, o la propensione dei fornitori a non rendere troppo agevoli certe operazioni, ma effettuare un aggiornamento di versione risulta a volte veramente impegnativo.
Tra menu e funzionalità non sempre ben illustrate e alcuni approcci a dir poco bizantini, sono comunque riuscito a domare una nuova 'bestia' tecnologica, in sostituzione del precedente modello cinese, con un nuovo smartphone, simile ma un po' più grande e performante.

Ormai mi devo rassegnare all'idea che per lavorare in mobilità mi restano solo poche opzioni, schermi grandi, batterie capienti, Android con minime implementazioni e soprattutto assenza di una tastiera fisica, ma mi accontenterò in attesa di strumenti migliori...

domenica 6 novembre 2016

Un orda Zerg, tra le carte...

Questo sabato siamo riusciti finalmente a cimentarci con alcuni mazzi Pauper, sfruttando l'ospitalità del Covo di Loki.
Mio figlio, ormai lanciato in questa nuova avventura, in un formato sconosciuto ha voluto coronare un sogno che da tanto tempo accarezza, ma che nel Modern avrebbe comportato un esborso notevole: giocare degli Slivers.
Le creaturine si sono dimostrate subito ubbidienti nelle sue mani, e nelle varie partite disputate, nonostante l'inesperienza, è riuscito sempre a vincere contro i suoi avversari, me compreso. Memore delle sue scorribande nel Settore Kopruru, ha già trovato come 'pimpare' il suo mazzo con le immagini dei suoi adorati Zerg. Ho paura di aver creato un degno avversario per il futuro...

sabato 5 novembre 2016

Un ultimo tentativo...

Sto ancora lottando per portare avanti il mio pensiero. Sto ancora cercando di convincere qualcuno che il mio lavoro non è come quello degli altri. Sto ancora provando a scrivere qualcosa di inusuale, a dispetto, molto probabilmente, delle consuetudini e del mercato, che sovrasta ogni cosa.
Non so se riuscirò a spuntarla o se mi dovrò ridurre a perenne autore da scantinato, ma di sicuro sarò felice di quel che faccio senza remore, senza vincoli e ormai, anche senza più velleità.
Se nemmeno questa volta riuscirò onn mi resterà altro che l'oblio? Forse, forse per chi vuole scrivere fuori dai binari consueti non ha altra via, ma chissà, magari troverò il modo di confrontarmi ancora con qualche lettore sporadico, che almeno si troverà di fronte un uomo che ha coraggio di produrre qualcosa di inconsueto...

mercoledì 2 novembre 2016

Tra zucche e vecchie glorie...

Ci sono molti modi per passare le festività di fine Ottobre e io, vista la mancanza di un vero e proprio programma per questo ponte, sono rimasto tranquillamente a casa. Tra il lavoro che mi perseguita e una certa stanchezza, accumulata negli ultimi mesi, alla fine mi sono dedicato alla selezione di un cospicuo pacco di carte di Magic, con l'ottica di recuperare materiale per i futuri mazzi Pauper che avevo intenzione di montare. Inizialmente mi sono concentrato sui colori a cui mi sento più affine, il Blu e il Nero e sono venute alla luce carte che hanno fatto la storia del gioco, evocando la mia gioventù di giocatore alle prime armi, quando ancora le bustine e gli scambi tra amici erano gli unici metodi per approvvigionarsi. Tra tutte quelle spulciate una in particolare mi porta alla memoria giocate incredibili per quei tempi: Dark Ritual.
Probabilmente non troverà posto in nessun mazzo, visto il meta molto 'efficiente' dei giorni nostri, ma ho deciso di prenderle comunque, in memoria dei vecchi tempi e di quelle partenze a strappo, che ora sono solo appannaggio di altri colori. Chissà, magari questa botta di nostalgia mi porterà a costruire qualche mazzo pazzo, perché non so se saprò alla fine resistere ai ricordi del mio passato...

lunedì 31 ottobre 2016

I Medici - HBO che mi combini...

Ero molto incuriosito da questa nuova proposta, che da HBO, approdava direttamente, in alta definizione per la prima volta sul canale Rai, ma già dopo la prima mezz'ora mi sono reso conto che il prodotto proprio non c'era.
Tante sono le inesattezze, anche rispetto a quella che da molte testate è stata in fretta e furia definita come fiction e non come telefilm storico.
Eppure, anche se si premette questa accezione, che reputo una semplice scusa rispetto all'ambientazione e ad altri 'obbrobri' oltre oceano che trattano l'Italia e la sua storia, come un canovaccio stiracchiato in cui distorcere a piacimento ogni cosa, mi sento di dire che qui si è toccato davvero il fondo. Difficilmente sono così critico, ma qui, se amate anche solo un minimo la storia e il Rinascimento, evitate questa serie, vi arrabbiereste soltanto...

domenica 30 ottobre 2016

Evoluzione a livello Elementare...

Anche questa ultima sessione di gioco ci ha riservato non poche sorprese. Si sa, il mondo fantastico di WarHammer ne riserva sempre a iosa agli eroi che intendono intraprendere una missione per il bene, ma questa volta non ci siamo dovuti scontrare con mostri o demoni di vario genere.
Piuttosto ho avuto modo di incrociare uno Sciamano, che mi sta spingendo ad esplorare i miei poteri sommersi, il potere di comandare non tanto la natura, ma i suoi elementi primordiali, attraverso i Totem.
Non so come prendere questi consigli, ma gli effetti ottenuti sono al di sopra del mio consueto potenziale da Druido.
Sarà la volta buona che riesco a tenere testa alle orde dei poteri perniciosi? Lo scopriremo sicuramente nella prossima puntata. ^_^

Evoluzione a livello Elementare...

Anche questa ultima sessione di gioco ci ha riservato non poche sorprese. Si sa, il mondo fantastico di WarHammer ne riserva sempre a iosa agli eroi che intendono intraprendere una missione per il bene, ma questa volta non ci siamo dovuti scontrare con mostri o demoni di vario genere.
Piuttosto ho avuto modo di incrociare uno Sciamano, che mi sta spingendo ad esplorare i miei poteri sommersi, il potere di comandare non tanto la natura, ma i suoi elementi primordiali, attraverso i Totem.
Non so come prendere questi consigli, ma gli effetti ottenuti sono al di sopra del mio consueto potenziale da Druido.
Sarà la volta buona che riesco a tenere testa alle orde dei poteri perniciosi? Lo scopriremo sicuramente nella prossima puntata. ^_^

Evoluzione a livello Elementare...

Anche questa ultima sessione di gioco ci ha riservato non poche sorprese. Si sa, il mondo fantastico di WarHammer ne riserva sempre a iosa agli eroi che intendono intraprendere una missione per il bene, ma questa volta non ci siamo dovuti scontrare con mostri o demoni di vario genere.
Piuttosto ho avuto modo di incrociare uno Sciamano, che mi sta spingendo ad esplorare i miei poteri sommersi, il potere di comandare non tanto la natura, ma i suoi elementi primordiali, attraverso i Totem.
Non so come prendere questi consigli, ma gli effetti ottenuti sono al di sopra del mio consueto potenziale da Druido.
Sarà la volta buona che riesco a tenere testa alle orde dei poteri perniciosi? Lo scopriremo sicuramente nella prossima puntata. ^_^

giovedì 27 ottobre 2016

Ritorno al passato...

In questi giorni torna prepotentemente dal passato uno dei miei vecchi lavori, Il peso del Metallo, spuntando nelle mani di un lettore che mi chiede un autografo, manco fossi un divo, qualcuno mi chiede di poterlo leggere, insomma, questo libro non vuol proprio restarsene in disparte, nel limbo dei miei brutti ricordi.
Non certo per quello che ho scritto, o per la sua trama, ma piuttosto per le vicende che ormai risalgono a tre anni or sono. La pubblicazione, le speranze, lo stand a Lucca Comics, tutto poi naufragato nel nulla, nell'oblio, nel dimenticatoio.
Invece, così, quasi per caso alla vigilia di questi accadimenti, ritorna in auge, come se volesse in qualche modo inviarmi un messaggio, desideroso di tornare alla ribalta, comunicando quello che gli avevo infuso con tanta determinazione: la passione per il Metal.
Chissà se avrò mai voglia di riportarlo in auge, su Amazon o altrove, anche se ho sempre meno tempo per stare sui social network e sempre meno voglia di assillare gli altri su quello che scrivo.

Purtroppo ho un po' perso le speranze verso queste modalità di divulgazione, ma chissà, magari posso sperimentare altro, andando a segno verso chi sia interessato.

martedì 25 ottobre 2016

Decisioni difficili...

A volte ci sono dei momenti in cui non sai proprio che pesci prendere. Ti si presentano davanti dei dilemmi, delle scelte che ti possono veramente cambiare la vita per sempre.
Ultimamente mi sono ritrovato diverse volte in questa situazione, ma mai come in questo caso sono dubbioso sul da farsi. Ai drammi reagisci, ti ribelli, ti adegui, alle scelte lavorative ci vai il callo, con l'esperienza e l'accortezza di cogliere al volo le sfumature, ma quando si parla della tua integrità come artista, come la mettiamo?
Concetto strano quello di considerarsi un artista, un creativo, in un contesto dove anche solo pensare diversamente dagli altri attira su di te ogni tipo di ostracismo, di prevenzione, di paura del nuovo. Ci si sente spaesati e non si sa proprio quale sia la scelta migliore.
Adeguarsi o rimanere saldi sulle proprie idee? Cavalcare le consuetudini o proporsi in modo nuovo, con angoli di lettura differenti, con spirito libero, privo di pregiudizi?

Avrò ancora qualche notte per pensare una risposta e di certo la troverò. Sono solito fare i conti con le scelte...

lunedì 24 ottobre 2016

Pauper, un universo da scoprire...

Era da un po' di tempo che accarezzavo l'idea di avvicinarmi a questo formato 'povero' e appena se ne è presentata l'occasione, mi sono subito buttato a capofitto.
Forum, news, pagine sui social sono state il primo step per comprendere questo formato, che a prima vista può sembrare un po' sottotono e invece ha un potenziale enorme. Un piccolo Legacy, per numero di archetipi e per potenzialità visto il volume enorme di carte a disposizione su cui ragionare per la costruzione di un mazzo. Alla fine un universo complesso e articolato che ha anche dalla sua il pregio di essere economico. E uno che cosa può desiderare di meglio?

domenica 23 ottobre 2016

Il Covo di Loki - La dimora accogliente del Nerd...

Finalmente, dopo qualche difficoltà organizzativa personale, sono riuscito, con mio figlio a visitare per la prima volta un nuovo negozio del torinese: Il Covo di Loki.
Il locale, sito in Via Alassio 44/b Torino, ricorda quei club di ludica, dove è possibile provare e sperimentare, oltre che acquistare.
Il grosso pregio di questo piccolo paradiso per i Nerd, sta nei titolari, che ti 'accolgono', permettendoti di giocare e di provare, guidandoti, consigliandoti a nuove proposte.
Ci sono spazi dedicati per Warhammer e la possibilità persino di sperimentare formati di Magic alternativi come il Pauper.
Mi auguro vivamente che questo luogo trovi proseliti, perché merita sicuramente di passarci qualche ora a giocare, a divertirsi, facendo anche aggregazione, cosa non facilmente trovabile altrove.
Sicuramente ci torneremo, contenti di aver trovato una nuova tana, un rifugio per l'inverno che sta arrivando...

mercoledì 19 ottobre 2016

Appesi a un filo sottile...

Dopo una lunga attesa, alla fine è arrivato un verdetto, un responso su un mio manoscritto.
Già è un grosso passo in avanti, rispetto alle infinite attese che ho vissuto in passato e che non mi hanno portato alcuna risposta.
Però, come per ogni moneta, c'è un rovescio, che dovrò comprendere e digerire: ci sono degli aspetti che dovrò discutere, modificare, che non vanno insomma.
Lo stile e il lessico sono piaciuti, così come l'esposizione, e il 'tiro' del brano che ha saputo tenere in sospeso il lettore che mi ha 'valutato'. Ma ci sono degli aspetti che non convincono, e che mi porteranno a delle rivisitazioni. Ci sarà da lavorare, molto, ma credo ci sarà sicuramente con profitto...

martedì 18 ottobre 2016

Il cammino verso la consapevolezza...

E' un tema che ho avuto modo di trattare in passato, rispetto alle tante vicissitudini di questi ultimi anni.
Forse avanzare nell'età, o meglio, salire di livello, per usare un termine ruolistico, ti fa comprendere come le tue scelte, che reputi in quel momento corrette, anche quando si rivelano dei sonori fallimenti, ti servono a qualcosa.
Innanzitutto ti rendono reale, capace di comprendere che non si è infallibili e tutto non è sotto il proprio controllo. Poi innescano in te quella sensazione di osservare te stesso, le tue azioni, sotto una luce differente. Ti fanno capire che a volte, le cose non sono come le hai vissute fino a quel momento. Che le convinzioni mutano, che gli errori si trasformano in occasioni, in possibili svolte che ti cambiano, ti fanno evolvere davvero. Tutto questo per dire che ho imparato a guardare al presente, oltre il passato e a dispetto del futuro, godendomi quello che ho.

lunedì 17 ottobre 2016

La corazza CW inizia il cannoneggiamento...

Ottobre, tempo di castagne, melograni e serie TV. Con questo breve incipit si racchiude l'inizio del mese, con un susseguirsi di nuove puntate a un ritmo incalzante, tanto da mettere in difficoltà il più incallito degli ascoltatori.
Sulla qualità delle singole stagioni non mi pronuncio ancora, ma così, la sensazione generale che a parte Arrow, che denota una certa 'stanchezza' nel modello proposto, le altre produzioni sprizzino vitalità da tutti i pori, in particolare per Supergirl, che da Cenerentola nella passata programmazione, rischia, almeno lo speriamo, di divenire una serie al top, con ascolti di rilievo, incastrata sempre di più e meglio nell'universo DC. Non ci resta che ordinare un'abbondante fornitura di popcorn a questo punto...

sabato 15 ottobre 2016

L'amore con gli Dei...

Ogni passo nella nostra campagna appare come una montagna insormontabile. Anche il più piccolo riscontro con i personaggi non giocanti presenti, pare diventare sempre più complesso.
Solo una buona dose di calma e di astuzia ci ha permesso di domare un Imp troppo impaziente di giocare e di divorare ogni cibo presente nel nostro Circo, diventato sempre più una gabbia di matti.
Anche queste vicissitudini hanno avuto qualche lato positivo, almeno per chi ha potuto 'godere' degli incontri amorosi tra i due numi tutelari che, con molte incomprensioni, stanno cercando di aiutarci nel nostro cammino di liberazione.
Andare a 'caccia' non sarà più lo stesso per la nostra cacciatrice di demoni, ma questi sono i meravigliosi incerti del fantasioso mondo di Warhammer Fantasy...

martedì 11 ottobre 2016

La memoria di un fallimento...

In questi giorni il mio account di Facebook, mi rammenta con insistenza i post di quattro anni fa, quando, con un certo orgoglio, promuovevo l'uscita a Lucca Comics di due dei miei romanzi.
Ormai quel tempo mi sembra lontanissimo e le vicende che hanno portato al fallimento dell'editore prima e dell'oblio di molte altre attività dopo, sono ormai un ricordo amaro, direi pure doloroso.
Eppure sono ancora qui a insistere, se non con maggiore convinzione, con l'attenzione di chi troppe volte e per cause non sue, ha visto naufragare la fatica e l'impegno in un oceano di nulla.

Da allora ho imparato, ho evitato altri disastri, ho ricostruito, ma sopratutto ho continuato a scrivere, a occuparmi di ludica, anche se con un minor coinvolgimento diretto. Non tanto per paura, o per mancanza di fiducia, piuttosto con l'oculatezza di chi ne ha passate tante e vorrebbe, almeno una volta, non fallire più.

lunedì 10 ottobre 2016

2 Storie – Le pieghe del fato...

Quando ci si avventura nella narrazione, in particolare attorno alle vicissitudini dei tuoi personaggi, ti immagini sempre eventi eclatanti in cui farli incappare.
Eppure, il più delle volte, la quotidianità è l'unico aspetto che la maggioranza di noi tutti vive, senza particolari scossoni o attività di rilievo.
Come è possibile rendere credibile una trama senza farla sembrare un film americano dove se non c'è un'esplosione ogni cinque minuti, ci si annoia?
Credo che la risposta te la dia il caso, l'improbabile che diventa possibile, ancorché realtà tanto tangibile quanto incredibile.

Così, perché, ad esempio, non far incontrare i miei acerrimi nemici, nel più 'modulare' dei centri commerciali? Da una semplice idea ora sto imbastendo i dettagli di un nuovo scontro, tra mobili dai nomi impronunciabili e una marea di gente che in un sabato qualunque assiepa il mega store, all'insaputa di una guerra di nervi, dove, prima o poi, qualcuno ci lascerà le penne...

mercoledì 5 ottobre 2016

Gundam torna in TV

Era il lontano 1979, quando dal lontano Giappone, veniva prodotta una delle saghe più belle che abbia mai visto e che ancora oggi mi porta alla memoria le storie della ciurma della Base Bianca.
Oggi, a distanza di quasi quarant'anni, torna, in alta definizione sul canale Netflix, Mobile Suite Gundam, a riproporsi, nella sua cruda visione di una guerra spaziale, incomprensibile e cruda come i conflitti che continuano a insanguinare il nostro pianeta. Chissà se i giovani riusciranno a cogliere il profondo messaggio di questa saga, chissà se anche loro apprezzeranno la vita di Peter Rei e dei suoi acerbi compagni di ventura. Magari si accorgeranno dell'immenso universo di questa saga, dei suoi Real Robot e di quanto si orribile la guezza, a prescindere dal motivo per cui la si combatta.